Birkenstock: comfort e stile senza tempo

Birkenstock: comfort e stile senza tempo

Le restrizioni pandemiche hanno significato una cosa per la maggior parte dei guardaroba: il comfort. A quanto pare, la massima espressione di questo fenomeno è un paio di Birkenstock. Con la sua suola in sughero naturale, iuta e lattice simile a una barca e robusti cinturini con fibbia, Birkenstock fa una dichiarazione anti-moda che trascende le tendenze, ma in qualche modo riesce a stabilirle. La storia di Birkenstock risale al 1774 quando Johann Adam Birkenstock, iniziò a lavorare come calzolaio presso la Langen-Bergheim, in Germania. Nel 1896 suo nipote Konrad, iniziò la commercializzazione di un prodotto rivoluzionario: i plantari anatomici che sostengono e modellano il tuo piede. Nel 1925 venivano venduti in tutta Europa. Agli inizi del secolo scorso l'azienda si è espansa con corsi di formazione per medici sui benefici muscolo-scheletrici e circolatori delle sue calzature specialistiche. Nel 1947, il figlio di Konrad, Carl, pubblicò il libro "Podiatry - The Carl Birkenstock System", esponendo il suo approccio al sostegno della propria "andatura naturale" per ottenere piedi sani. Questo è stato il primo di numerosi libri di testo e manuali Birkenstock pieni di idee stimolanti, come camminare a piedi nudi nella natura e immergere i piedi in sali di aghi di abete rosso e acqua fredda. Gli anni '60 si sono rivelati la creazione di Birkenstock come la conosciamo oggi. Nel 1963 il figlio di Carl, Karl, lanciò il primo sandalo, il cinturino singolo Madrid, inizialmente commercializzato come sneaker e ancora oggi uno stile chiave. Tre anni dopo, Margot Fraser, una sarta tedesca residente in California, era in vacanza e le fu consigliata una coppia di Madrid come terapia per i suoi piedi doloranti. Immediatamente colpita, si è avvicinata alla famiglia per diventare il primo distributore statunitense del marchio. Inizialmente Fraser ha lottato per suscitare interesse da parte dei venditori di scarpe e ha finito per trovare invece un posto per i sandali nei negozi di alimenti naturali. Qui gli hippy li hanno scoperti accanto a vitamine e lenticchie essiccate, e con lo svolgersi della Summer of Love, le Birkenstock sono diventate la scarpa preferita da San Francisco al Vermont. 
Il sandalo Arizona a due cinturini è arrivato nel 1973, che è diventato e rimane il prodotto più venduto del marchio. Nel corso degli anni molte sottoculture hanno abbracciato le Birkenstock come parte di un'uniforme, da surfisti a skater, ma ci è voluto fino al 1990 perché l'alta moda se ne accorgesse completamente. La tendenza (come molte di quel decennio) è nata con Kate Moss. Il marchio ancora oggi è a conduzione familiare, ancora di fabbricazione tedesca (ha quattro stabilimenti in tutto il paese) ha storicamente posto poca enfasi sul marketing o sulle sponsorizzazioni. Ora viene distribuito in oltre 100 paesi e offre circa 800 modelli, inclusi i collaudati sandali infradito Gizeh e gli zoccoli Boston, che rimangono tutti fedeli al plantare.